"Chi è colpito da cecità
 non può dimenticare il prezioso tesoro della vista perduta.
 Mostrami una donna di straordinaria bellezza:
 che cosa sarà per me questa sua bellezza,
 se non una pagina,
 dove io leggerò il nome di colei
 che è ancora più straordinariamente bella?"
                                                    William Shakespeare
 
 Il nome che io leggo ovunque
 era e resta il tuo.
 "Teresa" non è qualcosa di straordinariamente bello:
 è la Bellezza.
 Tutt’intorno è il vuoto,
 il "banalmente opprimente",
 è un mondo triste
 che tu,
 unico sogno,
 rendi magico con ogni sguardo,
 ogni sorriso,
 ogni abbraccio.
 Ti prego,
 ti prego,
 ti prego
 continua a stringermi.
 

Annunci