Archive for giugno 2008

 
 Fuori piove
 e tutte le altre finestre sono chiuse.
 La mia no, è aperta,
 per avere lo sguardo perso nella nebbia
 e pensare a lei, soffrendo,
 sapendo di non poterla avere.
 Soffro, è vero, ma non piango,
 perchè per me piange il cielo,
 e non urlo il mio dolore,
 perchè per me lo urla il vento.
 Amore è solo sofferenza,
 e solo per chi ama
 non per chi è amato.
                                          3 maggio 1996

Da qualche parte dormi

 
 Lasciamo perdere ciò che ci consola
 Lasciamo per un attimo a morire anche i ricordi
 Lenta, lenta agonia
 L’attesa di un futuro che mai giunge
 Sognato, già scritto
 e poi rinnegato.
 
 Un’ora,
 un’ora sola batte
 ed è sempre e solo quella del tempo che va a morire.
 Eppure c’eran notti ancora colme
 di silenzi densi e sogni illibati!
 O forse fu solo dolce inganno?
 
 Empio,
 allontanato dal villaggio,
 nascosto fra nere rocce
 e nubi scure,
 sicuro nel silenzio e nell’abbraccio di me stesso,
 le lacrime riportavano il sorriso.
 Un tempo.
 Il fiume ora non scorre più.
 

 

 
      “Proprio quando penso di vincere e ho sfondato qualsiasi porta,
           i fantasmi della mia vita soffiano più selvaggi di prima”